Come investire nella compravendita di immobili alle Isole Canarie

10
gennaio
2020

Posted by Eleonora

Posted in Senza categoria

0 Comments
compravendita immobili canarie

Tenerife, Gran Canaria, Lanzarote e Fuerteventura – le principali Isole delle Canarie – non sono solamente un’ambita meta turistica ma sempre più spesso oggetto di investimenti immobiliari, anche da parte del popolo italiano. Vediamo come è regolamentato il mercato, qual è il regime fiscale ed economico delle Canarie e come investire in immobili sia per uso privato che turistico o commerciale.

Perché comprare una casa alle Isole Canarie

Tutto l’arcipelago spagnolo è una meta turistica raggiunta da milioni di visitatori durante tutto l’anno; questo perché il clima di queste isole è caratterizzato da temperature miti in ogni stagione e si può godere quindi dei paesaggi e del mare cristallino praticamente sempre; non a caso è chiamato il luogo dell’eterna primavera. Se uniamo questo alla tendenza (spesso tutta italiana) di investire nel mattone e al fatto che alle Canarie vige un regime fiscale davvero conveniente e le isole sono raggiungibili in pochissime ore di aereo, il gioco è fatto: molti italiani si sono trasferiti per vivere alle Canarie e molti altri hanno intravisto la possibilità di guadagni – soprattutto derivanti da affitti turistici – che questi luoghi possono offrire.

Quanto costano le case alle Canarie?

Ovviamente dipende dalla tipologia e dalla posizione; si trovano immobili dai 50 mila fino a qualche milione di euro; per chi desidera effettuare investimenti immobiliari alle Canarie volti al guadagno tramite affitti ci si può orientare in immobili del valore di 150/200 mila euro, che garantiranno fino ad un 20% di ricavi annui. La miglior tipologia di appartamento da acquistare per questo tipo di investimento è quello classico, composto da soggiorno/angolo cottura, camera e bagno.

Come funziona la legge spagnola riguardo agli affitti?

Se si decide di effettuare investimenti immobiliari alle Canarie bisogna prestare attenzione a come viene regolamentato l’affitto turistico; intanto c’è da dire che per esercitarlo c’è bisogno di una licenza, che viene concessa facilmente se l’immobile è posto in zona residenziale e commerciale, mentre se si trova in zona turistica viene erogata solo se si possiede il 51% degli appartamenti del residence che vogliamo affittare, questo perché nelle zone turistiche i complessi immobiliari sono stati concepiti così. Ma si possono fare ottimi investimenti in molte zone e non solamente dove c’è grande afflusso turistico: anche Santa Cruz de Tenerife e Las Palmas de Gran Canaria, ad esempio, sono luoghi molto richiesti.

Tasse applicate alle Isole Canarie

Il regime fiscale applicato nell’arcipelago è davvero vantaggioso, soprattutto se lo si confronta con quello del nostro paese; in linea di massima tra notaio, tasse e registrazione dell’atto, alle Canarie andiamo a pagare un 7,5%. Si dovrà poi pagare l’IBI e l’IRPF in Spagna, e attenzione, in Italia se un cittadino acquista un immobile all’estero è obbligato a menzionarlo nella dichiarazione dei redditi e dovrà pagare l’IVIE – imposta sul valore degli immobili all’estero – anche se si paga per differenza con quanto già pagato in Spagna con l’IBI e la cifra finale non è mai elevata, se si fa riferimento alla tipologia di appartamento poco sopa citato. Inoltre “l’articolo 6 della Convenzione tra l’Italia e la Spagna per evitare le doppie imposizioni, del 29/09/1980 n. 663, le tasse sugli immobili vengono pagate nel Paese dove è situato l’immobile. Questo principio si applica ai redditi derivanti sia dall’utilizzazione diretta che dalla locazione, dalla vendita o da ogni altra forma di utilizzazione dei beni stessi e vale anche per i redditi derivanti dai beni immobili appartenenti a un’impresa nonché da quelli utilizzati per l’esercizio di una libera professione”, di conseguenza in Italia non si pagheranno altre imposte se non l’IVIE.

È meglio fare trattative col privato o tramite agenzia?

Per gli investimenti immobiliari alle Canarie – come anche in linea generale – è bene rivolgersi ad un’agenzia specializzata; per prima cosa, praticamente tutti gli immobili presenti alle Canarie sono in mano ad agenzie, questo perché molti proprietari risiedono altri paesi, e inoltre, supportati dall’esperienza di agenti immobiliari, non si rischierà di incorrere in brutte sorprese, come ad esempio immobili messi in vendita con debiti o con caratteristiche non conformi per poter affittare e si potrà essere informati di tutte le pratiche che dovranno essere espletate. Naturalmente anche l’agenzia andrà selezionata tra quelle più collaudate, per evitare truffe.

About